cbd legale italia

I segreti sull’olio di CBD per cani, gatti e animali domestici

Cos’è l’olio di CBD per cani, gatti e altri animali? Nei prossimi paragrafi troverete tutte le informazioni sul tema. Qui di seguito invece, i link per acquistare le migliori varietà:

Tipologia OlioCBD%PrezzoLink sicuro
Olio CBD 10%10%59,90€Prova ora!
Olio CBD 5%5%31,90€Prova ora!
Olio CBD 2%2%27,90€Prova ora!

Cos’è e come funziona il cannabidiolo per gli amici a quattro zampe

Una boccetta di olio CBD per caniIl CBD per cani contiene lo stesso principio attivo di quello per esseri umani. Come ampiamente spiegato nelle pagine di questo sito, il CBD è uno dei cannabinoidi contenuti nella cannabis, ma, al contrario del THC, è legale al 100%. Questo perché non è psicoattivo e quindi non è inserito nella lista degli stupefacenti. I prodotti al cannabidiolo vengono estratti da piante che hanno una percentuale di THC inferiore allo 0,6%.

Alla pari di quello per esseri umani, il CBD per animali agisce in maniera decisa sui recettori responsabili della produzione della serotonina, ma lievemente sui recettori CB1 e CB2. Tali recettori sono quelli invece pesantemente stimolati dal tetraidrocannabinolo (THC). Il risultato è quello di ottenere solo effetti rilassanti e antidolorifici. Tuttavia gli amici a quattro zampe sono molto più sensibili al CBD e per tale motivo sono stati prodotti oli e pastiglie con meno concentrazione.

Come si produce

L’olio di CBD per cani viene estratto dalla pianta della canapa mediante l’utilizzo di solventi, alcol, CO2, olio di oliva e acqua fredda. Simile procedura permette di dissolvere e raccogliere i cannabinoidi, i tricomi e i terpeni presenti nella cannabis. Tramite un processo di evaporazione si eliminano poi le sostanze utilizzate all’estrazione per far rimanere un prodotto oleoso che si chiama appunto olio di CBD.

Le proprietà e gli effetti dell’olio CBD per animali

Il CBD è un prodotto sostanzialmente nuovo. Gli studi effettuati fino a questo momento hanno evidenziato una serie di effetti positivi sugli animali domesctici e nessuna controindicazione se i dosaggi vengono rispettati. Il CBD oil per cani e gatti è soprattutto utilizzato per alleviare i disturbi psichici e fisici, ma non solo. Scopriamo tutto nel dettaglio nei paragrafi che seguono.

I benefici e le patologie da curare con il CBD per cani

L’utilizzo del CBD per cani si rivela utile per il trattamento di una serie di patologie e per risolvere alcuni problemi come quello di un cane che piange se lasciato solo in casa. La somministrazione di olio alla cannabis light ad animali che soffrono di stress e ansia può essere infatti la soluzione ideale. Sono stati inoltre dimostrati i seguenti benefici:

  • cura dell’artrosi
  • alleviamento dei dolori
  • miglioramento della digestione
  • riduzione di rischio ictus
  • supporto al sistema immunitario
  • contrasto a crisi epilettiche
  • cura del diabete
  • aumento dell’appetito

In aggiunta a quanto elencato, pare anche che il cannabidiolo sia anche un alleato contro i radicali liberi. Questo significa che piò essere utilizzato come supporto nella cura e prevenzione dei tumori e a migliorare lo stato di salute generale.

Le controindicazioni

Al momento non sono stati riscontrati effetti collaterali dannosi alla salute degni di nota nella somministrazione di olio CBD a cani, gatti o altri animali domestici.

L’assenza di principi attivi psicotropi esclude inoltre la possibilità di alterare la psiche dell’animale.

Essendo però un prodotto nuovo è consigliabile comunque chiedere consigli al proprio veterinario in caso di utilizzo di altri farmaci per fugare ogni dubbio.

Utilizzo e dosaggio

Nei prossimi paragrafi diamo alcune indicazioni su come somministrare il CBD per animali e il relativo dosaggio, che differisce da quello dell’olio senza THC per le persone. Le informazioni che forniamo sono ovviamente generiche ed è bene quindi adattarle caso per caso a seconda del peso, della razza e della ragione per cui si è deciso di usare il prodotto in questione.

Come somministrare l’olio di CBD a cani e gatti

Una foglia di cannabis, una boccetta di olio CBD e una siringa dosatriceLa forma più comune in cui si trova il CBD per animali domestici è quella in gocce d’olio. A nostro avviso è la tipologia più comoda, ma sul mercato è anche possibile trovare pastiglie al cannabidiolo. Quest’ultime sono però davvero complicate da usare. Il motivo è semplice.

L’olio di CBD per cani e gatti viene venduto in boccette provviste di una siringa dosatrice. Grazie ad essa sarà possibile somministrare il liquido direttamente nella bocca dell’animale. Se tale operazione non è gradita al nostro amico peloso, allora è consigliabile diluire l’olio in acqua o mischiarlo con il cibo.

Le dosi ideali

Come già anticipato è difficile valutare il dosaggio di CBD per cani senza conoscere la razza dell’animale, il suo peso e la ragione per la quale si è scelto di utilizzare il prodotto. Esistono però delle regole valide che possono risultare utili. In primo luogo è doveroso sottolineare ancora una volta che i cani e gatti sono più sensibili al CBD rispetto agli esseri umani.

Un olio con concentrazione di cannabidiolo del 5% è consigliabile solo in caso di malattie gravi. Per tutti le altre necessità è meglio scegliere percentuali inferiori, partendo da quelle più basse.

Una seconda regola utile è quella di partire sempre con un dosaggio minimo, per poi aumentare di giorno in giorno. Questo fino a quando non si ottiene il risultato desiderato. Generalmente una volta al dì è più che sufficiente, a meno di estrema necessità. Di norma calcolando 2 gocce di olio di CBD per cani per ogni 5 chili di peso non si sbaglia. Il CBD può essere usato quotidianamente, ma è consigliabile interrompere la cura per qualche settimana ogni circa 3 mesi.

Esistono rischi di overdose da CBD per gli animali?

Far ingerire quantità eccessive di CBD agli animali domestici può causare effetti indesiderati da overdose. Anche se l’animale non è a rischio di vita, potrebbe succedere che un dosaggio di olio alla canapa legale superiore alla norma possa renderlo incapace di reggersi in piedi senza problemi o rifiutare il cibo. A seconda dei casi il problema potrebbe durare poche ore fino a qualche giorno. Se credete che il vostro animale domestico soffra di un overdose da cannabis CBD, allora interrompete subito la cura e fare visita a un veterinario.

Legalità

Al pari dei fiori CBD, di hashish CBD e altri prodotti a base di canapa a basso contenuto di THC, anche l’olio di CBD per cani e gatti è al 100% consentito dalla legge dl nostro Paese. Se state pensando di acquistare online o nei negozi autorizzati prodotti derivati dalla cannabis depotenziata, non fatevi quindi nessuna problema.

La loro vendita e il loro utilizzo non vi porteranno nessun tipo di conseguenza spiacevole. Nella nostra home page trovate comunque tutti i dettagli sulla normativa riguardante il CBD legale in Italia.

Cosa ne pensano gli esperti e chi l’ha già provato

Per fornire un quadro completo sull’olio CBD per cani e gatti, abbiamo raccolto alcune testimonianze sul web e tra i nostri lettori e raccolto i pareri di alcuni veterinari.

L’opinione dei veterinari

Un gatto nero e un cane albicoccaParlando con alcuni veterinari abbiamo riscontrato pareri discordanti rispetto all’uso del CBD oil per cani. La maggior parte di essi si è dimostrati davvero entusiasti e positivi a tal proposito. Al contrario, altri hanno ammesso di avere ancora qualche dubbio riguardo ai derivati della canapa light e dichiarato di aver bisogno di maggiori studi prima di potersi pronunciare.

Famosa è invece la testimonianza positiva della veterinaria Dott.ssa Elena Battaglia. In alcune interviste rilasciate sul web ha raccontato i casi più eclatanti di guarigioni grazie all’olio di CBD per cani e gatti. Un esempio è quello di un Carlino che per un’incongruenza articolare non riusciva camminare bene. L’uso del CBD l’ha aiutato a potersi muovere senza problemi fino al momento dell’intervento chirurgico.

I pareri degli utenti

Riportiamo ora qualche testimonianza diretta di persone che hanno acquistato e utilizzato l’olio di CBD per i loro animali domestici.

Il mio veterinario ha consigliato l’utilizzo del CBD al mio Paco, un Labrador di 13 anni che soffriva di artrosi. A distanza di 3 settimane dal suo utilizzo noto che ora il mio cane è più scattante e ha più voglia di camminare.

Eros da Catania

Ristoratore
Il mio gatto nell’ultimo periodo era depresso, faceva poche fusa e non aveva più voglia di giocherellare. Ho provato a dargli una goccia di CBD oil al giorno e ora posso dire che rivedo la giusta energia nei suoi occhi.

Rachele da Firenze

Parrucchiera
Chira, la mia Bulldog francese, soffriva di inappetenza dopo aver subito un’operazione alla gamba. D’accordo con il veterinario abbiamo deciso di provare con l’olio di CBD per cani e piano piano a ripreso a mangiare regolarmente!

Antonio da Ostuni

Agricoltore

FAQ

Alla fine della nostra pagina dedicata al CBD per cani e gatti, abbiamo raccolto alcune domande frequenti che ci sono giunte al nostro indirizzo mail info@cbdlegaleitalia.com, sperando possano esservi d’aiuto!

Il cbd oil per cani e gatti è una cura a tutti gli effetti?

L’olio di CBD per animali è da considerarsi come un integratore o un supporto alle cure prescritte. Non è una panacea, ma nemmeno una soluzione univoca ai problemi di salute degli animali. Per tale ragione, se deciderete di ricorrere alla cannabis depotenziata per il vostro cane o gatto, comunicatelo al vostro veterinario per farvi consigliare al meglio.

L’olio di semi di canapa è una possibile alternativa al CBD per cani e gatti?

Sì. L’olio di semi di canapa pressato a freddo contiene una bassa percentuale di cannabidiolo. Per tale ragione può essere anche usato come alternativa all’olio di CBD per cani. Pelo e unghie del vostro animale risulteranno più forti e lucidi.

Ci sono differenze tra effetti del CBD su animali e persone?

Le proprietà e gli effetti del CBD su animali domestici e persone sono sostanzialmente gli stessi. La differenza sta nel fatto che i primi sono più sensibili al cannabidiolo. Questo significa che la concentrazione e il dosaggio del cannabinoide devono essere più basse se somministrate a cani o gatti. Il tutto per evitare problemi alla salute derivanti da eccessivo dosaggio.

L’olio di CBD per animali può essere usato per tutte le specie?

Sostanzialmente sì, ma l’uso più comune e gli studi maggiori sugli effetti della cannabis legale sono stati effettuati prevalentemente su cani, gatti e cavalli. Per avere maggiori informazioni su altre tipologie di animali domestici vi invitiamo a consultare il vostro veterinario.