cbd legale italia

Cosa sono e dove si acquistano i fiori CBD

In questa pagina abbiamo riassunto le tipologie di infiorescenze più comuni che si trovano in Italia. Di seguito invece i link alle nostre varietà di fiori CDB preferite per acquistare online.

Nome fioreCBD%PrezzoLink sicuro
Les Fleurs du Bien15%7€/gProva ora!
Royal Blue17%13€/gProva ora!
Light Mary11%5,5€/gProva ora!

In cosa consiste il prodotto

Per chi ancora non lo sapesse, spieghiamo brevemente cosa sono i fiori CBD. Molto semplicemente si tratta delle infiorescenze della cannabis che contengono una percentuale di THC al di sotto dello 0,6%. Questa soglia di tolleranza le rende legali al 100% in Italia. Se state cercando di “sballarvi” però, rimarrete delusi. La componente psicotica è infatti presente in quantità talmente basse, che assumendo i fiori di canapa light non noterete alcuna alterazione del vostro umore o allucinazione. Al contrario, proverete una sensazione di benessere e relax.

Il principio attivo responsabile di tale effetto rilassante è infatti il cannabidiolo. La presenza di quest’ultimo nelle infiorescenze della cannabis è consentito dalla legge senza limiti. Le cime che si trovano in commercio spaziano da un 4% fino a raggiungere addirittura il 30%. Va imputato invece al THC o delta-9-tetraidrocannabinolo l’effetto “cerebrale”.

Come si producono le tipologie di erba legale

Delle piante di canapa in una coltivazioneTutte le varie tipologie di cannabis legale sono prodotte seguendo lo stesso procedimento della marijuana con THC superiore alla soglia consentita dalle norme italiane. La differenza risiede nel tipo di semi e quindi di pianta.

Tramite incroci genetici, sono state create varietà di CBD che producono infiorescenze a basso contenuto di THC, ma ad alta resa di cannabidiolo. Le coltivazioni sono quindi le stesse della cannabis illegale. Esse sono sostanzialmente tre: outdoor, indoor e in serra.

La coltivazione all’aperto

Il primo metodo è quello più classico e antico. Le piante crescono all’aperto e sotto la luce del sole. Per forza di cose però tale tipo di coltivazione è più rischioso e offre meno resa. Malattie, intemperie e insetti vari possono infatti danneggiare facilmente il raccolto.

Oltre a questo, il clima non permette cicli di raccolti continui. Soprattutto a certe latitudini. Il punto di forza è invece il risparmio energetico dato che non servono lampade, che spesso consumano molta elettricità, per produrre fiori CBD sani e rigogliosi. Insomma, tale metodo è il più naturale e rispettoso dell’ambiente.

La canapa indoor

A differenza della metodologia di coltivazione appena elencata, la cannabis indoor può essere prodotta tutto l’anno. I tempi di crescita sono poi decisamente minori, la resa maggiore e il rischio derivante da insetti sicuramente circoscritto. Per poter allevare le tipologie di erba legale al chiuso sono però necessarie lampade specifiche che spesso richiedono un alto consumo e semi adatti. Le coltivazioni avvengono in appositi ambienti o grow box che necessitano di ricambio d’aria continuo per dare alle piante l’ossigeno necessario. Il costo e la manutenzione di quest’ultimi è allo stesso tempo un fattore da non trascurare.

L’allevamento in serra

Sviluppatosi nel corso dell’ultimo decennio, la coltivazione della marijuana legale in sera costituisce un ottimo compromesso tra i due sistemi appena descritti. Il rispetto della natura e del suo corso è qui rispettato e i consumi sono di gran lunga minori rispetto all’indoor. La resa di fiori CBD è buona e il pericolo di raccolti danneggiati per via del clima o dei parassiti è limitato. Ad oggi, nell’industria della cannabis senza THC si contano addirittura circa 30.000 serre attive.

Dove si coltivano le varietà di CBD

Dal momento della legalizzazione del CBD in Italia, la piantagione dei semi di marijuana light è aumentata a vista d’occhio nel nostro Paese, dal Nord al Sud. Questo ha aperto a molti agricoltori della Penisola nuove possibilità di guadagno. Come affermato dal presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo:

Il boom della coltivazione della canapa è un’ottima dimostrazione della capacità delle imprese agricole di scoprire e sperimentare nuove frontiere e soddisfare i crescenti bisogni dei nuovi consumatori.

Anche all’estero però molti campi sono stati riconvertiti all’erba legale. I fiori di CBD vengono infatti prodotti anche in Francia, Romania, Ungheria, Svizzera e Finlandia.

Costo sul mercato e motivazioni

Il prezzo di vendita dei fiori CBD senza THC è vario. Esso dipende dalla varietà di cannabis legale (sativa, indica e le loro varianti), dal modo in cui viene coltivata, ma anche e soprattutto dalla percentuale di cannabidiolo. Un’infiorescenza di canapa varia di norma dai 5€ ai 10€ al grammo. Allo stesso modo di quanto avviene l’hashish senza THC, il principio attivo oscilla tra il 3% e il 30%. Tale livello di concentrazione non si supera praticamente mai. Se siete alla ricerca di prodotti ad alto contenuto di principio attivo elevate vi consigliamo di dare uno sguardo CBD oil, che arrivano anche al 60%.

Le tipologie di cannabis legale disponibili sul mercato

Grazie a incroci genetici vari e scoperte dei breeder, oggi si contano quasi 70 tipi di erba legale regolarmente inserite nel database della Comunità Europea tra varietà di piante ammesse alla coltivazione. Le diverse piante producono fiori di CBD di varia natura e con diverse proprietà organolettiche. Qui di seguito vi proponiamo l’elenco attuale dei semi consentiti.

Le piante di cannabis made in Italy

Una cima di marijuana e suo fiore CBDSe siete interessati a scoprire le piante di canapa che producono fiori CBD coltivate in Italia vi accontentiamo subito. Le tipologie di cannabis legale ad oggi valutate legali sono 10. Stiamo parlando delle qualità Asso, Carma, Carmagnola, Carmaleonte, Codimono, CS, Elettra Campana, Fibranova, Fibrante e Glecia. Non tutte però sono destinate al consumo. Qui di seguito trovate quelle che noi riteniamo le migliori.

Carmagnola selezionata

La Carmagnola è originaria del Piemonte. Qui vi proponiamo però un fenotipo selezionato che rende al meglio nel Centro Italia. I livelli di cannabidiolo arrivano fino al 25%. Il retrogusto e gli aromi sono terrosi e ricordano il bosco.

Codimono

La tipologia di cannabis senza THC Codimono viene coltivata dal Nord al Sud della nostra penisola. Da essa si ottengono fiori CBD che contengono concentrazioni di principio attivo intorno al 5%.

CS

La CS è prodotta particolarmente in nel centro del Paese. Le sue infiorescenze hanno solitamente discrete percentuali di cannabidiolo (7%-8%). Il profumo è agrumato.

Eletta campana

Al pari della CS, anche l’Elettra Campana raggiunge di norma livelli di CBD intorno all’8%. La sua pianta viene coltivata in Italia da decenni ed è diffusa in tutto il Paese. Come dice il nome però, la si trova per lo più in Campania.

Fibranova

Se vi piacciono il sapore e l’odore delle nocciole allora i fiori CBD di Fibranova non vi deluderanno affatto. La sua nascita risale al dopoguerra grazie a un incrocio tra la Bredemann eletta e la Carmagnola. Si adatta a tutti i climi.

Cenni legali

Ribadiamo anche in questa pagina che la coltivazione, la commercializzazione e l’utilizzo di fiori CBD è completamente legale. L’importante è che nelle infiorescenze il contenuto di sostanze psicotrope come il THC non superi la soglia limite dello 0,6%. La legge statale che regola tale ambito è la numero 242 del 2016. Tra tutti i cannabinoidi infatti è proprio quest’ultimo quello ad essere vietato.

Le opinioni dei consumatori

Se dopo aver letto questa pagina le informazioni non vi sono bastate e siete ancora indecisi se acquistare o meno dei semi o dei fiori CBD sui migliori negozi di erba legale online in Italia, abbiamo pensato potesse esservi utile leggere alcuni pareri degli utenti. Non c’è niente di meglio che avere alcune opinioni di chi ha già provato la cannabis light per prendere una scelta.

Da qualche tempo mi sono avvicinato al mondo della canapa light per liberare la mente dopo lunghe e stressanti giornate in ufficio. Devo dire che, nei momenti di maggiore pressione, mi è stato di vero aiuto.

Michele S. da Lecce

Impiegato
Per farmi una bella dormita quando ho difficoltà a prendere sonno, dopo vari tentativi, ho scelto l’Eletta Campana. Devo dire che i risultati sono stati sorprendenti!

Sandra F. da Bergamo

Commessa
Soffrivo da anni di forti ed improvvise emicranie. Ai medicinali ora preferisco un buon fiore CBD di CS e non posso che consigliarlo.

Enzo R. C. da Firenze

Commercialista
In un primo momento ero scettica all’uso del CBD, ma mi sono dovuta ricredere. Ho provato per curiosità consigliata da un amico e ora la mia ansia è un lontano ricordo!

Letizia D. da Roma

Insegnante